Evento di avvicinamento: PiùAdditive. A Napoli l’approfondimento su Additive Manufacturing

Giovedì 13 febbraio, l’Unione Industriale di Napoli ha ospitato il primo degli eventi di avvicinamento a 32.BI-MU, la fiera internazionale di riferimento in Italia per il settore della macchina utensile, robotica, automazione, digital e additive manufacturing, che si terrà da mercoledì 14 a sabato 17 ottobre 2020 a fieramilano Rho.

“PiùAdditive. Progettare, realizzare e collaudare per l’additivo”, questo il tema focus dell’incontro che ha visto la presenza di circa 30 addetti ai lavori che si sono confrontati su attuali e futuri sviluppi e applicazioni dell’Additive Manufacturing.

Organizzato da AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE in collaborazione con Campania Digital Innovation Hub e con il patrocinio di Fondazione UCIMU, l’incontro ha scelto la formula dell’interattività, puntando sull’intervento di più relatori e sulla presentazione di case history particolari.

Progettazione e simulazione, materiali, macchine lavoranti con tecnologie additive, controllo qualità, collaudo e problem solving: queste le tematiche principali affrontate durante la giornata. Protagonista della discussione è stato l’ormai rilevante ruolo dell’additivo nella lavorazione e produzione industriale attuale. Le tecnologie additive, infatti, hanno già trovato una importante collocazione nella filiera dei sistemi di produzione: in alcuni casi ad integrazione delle tecnologie tradizionali e, in altri, andando a soddisfare autonomamente esigenze e lavorazioni altrimenti irrealizzabili in termini di geometrie, numeri e flessibilità.

Oltre all’intervento di AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE, l’incontro ha ospitato il contributo di CECIMO, l’associazione europea dell’industria della macchina utensile, che ha presentato una panoramica delle politiche europee attivate in materia di additive, e di Campania Digital Innovation Hub che ha illustrato la sua visione e la sua ricerca sulle tecnologie digitali e su nuovi modelli di business legati al mondo dell’additivo.

Come cambia l’approccio alla progettazione nel caso di produzioni con tecnologie additive è stato il tema approfondito da MSC Software Srl ed Enginsoft; come fare il collaudo in ambito additive e quale il ruolo nella catena del valore è stato invece il focus dell’intervento di TEC Eurolab Srl e Alfatestlab Srl. Con specifico riferimento ai settori di applicazione, HP Italy/3DnA e Renishaw SpA hanno invece presentato le tecnologie disponibili oggi sul mercato per la produzione additive nella plastica e nel metallo, ed Etesias Srl ha trattato il tema delle tecnologie additive nel settore dell’edilizia.

L’ampiezza e la varietà dei temi trattati dai relatori coinvolti all’incontro dimostrano la complessità e le potenzialità di questo nuovo segmento produttivo – da molti considerato il terzo tipo di macchina utensile – che troverà grande espressione in occasione di 32.BI-MU nell’ambito della quale sarà allestita BI-MUAdditive, l’area di innovazione, curata da AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE, che metterà in mostra il meglio della produzione internazionale di comparto.

Per favorire poi incontro e confronto tra sviluppatori, produttori e clienti di additive manufacturing, settore sempre più affermato per la ricerca di nuovi approcci per la manifattura 4.0, la manutenzione e lo sfruttamento dei materiali innovativi, 32.BI-MU proporrà, anche per questa edizione, BI-MUpiùAdditive, stand dedicato agli speech degli espositori, che illustreranno le novità e i trend principali che caratterizzano il comparto, e alle vetrine espositive, in cui i soci di AITA presenteranno dei pezzi di loro produzione.

 

Ti piacerebbe esporre a 32.BI-MU?

La segreteria è a disposizione per darti le informazioni utili alla tua azienda, supportarti nell'organizzazione e fornirti i dettagli per partercipare alla manifestazione.

Ti piacerebbe visitare 32.BI-MU?

Vuoi un aiuto per organizzare al meglio la tua visita a BI-MU? Contatta la segreteria organizzativa. Ogni tuo quesito avrà risposta in tempi brevi.