RobotHeart
Intervista a Marco Delaini
FANUC ITALIA

“ …con RobotHeart BI-MU fa un ulteriore passo in avanti aprendo a tutto il mondo della robotica. Questa idea ci è piaciuta tantissimo… ”

Marco Delaini CEO FANUC ITALIA

FANUC è un marchio internazionale leader indiscusso nel settore della robotica e automazione. Come vedete il momento economico?

La ripresa tanto sperata è arrivata nel 2021 ma per FANUC era già iniziata nella seconda parte del 2020. Come sempre la Cina ha fatto da apripista ma poi l’Europa si è allineata e l’Italia, in particolare, ha accelerato, sorpassando, di fatto, altre economie europee.
La capacità imprenditoriale italiana, soprattutto quella delle PMI, si è distinta a livello mondiale e la nostra resilienza ci ha permesso di chiudere un anno 2021 da record. E anche il 2022 sarà di crescita.

 

Quali sono le prospettive per il prossimo biennio? In Italia e nel mondo.

Se a livello mondiale, alcune economie, tra cui la Cina, credo possano attraversare una fase di assestamento, ve ne saranno altre caratterizzate da espansione, penso in particolare all’Eurozona.
Sicuramente il piano ‘Next Generation EU’, a livello europeo, e quello di ‘Transizione 4.0’, per l’Italia, continueranno a fare da booster per gli investimenti, sostenendo la domanda che rimarrà forte sicuramente per il prossimo biennio. Oltre il 2023 non abbiamo grandi certezze ma sappiamo che i megatrend – quali sostenibilità, passaggio all’elettrico e digitalizzazione – spingeranno i paesi del Vecchio Continente ad un processo di completa e costante trasformazione industriale che implicherà ingenti investimenti in nuove tecnologie di produzione.
In FANUC abbiamo avviato parecchi investimenti e nei prossimi due anni vedremo molte novità in tutte le nostre divisioni, FA, RO, Robomachine ed IoT. Siamo fiduciosi che il 2021 sia solo l’inizio.

 

FANUC parteciperà a RobotHeart, la nuova area espositiva, dedicata al mondo della robotica, di 33.BI-MU, in programma nell’ottobre del 2022. Cosa vi aspettate dunque da questo appuntamento?

Da anni FANUC partecipa a BI-MU con il suo “profilo” ONE FANUC, presentando cioè soluzioni integrate di automazione, che beneficiano della nostra esperienza nei settori della macchina utensile a controllo numerico e della robotica.
Oggi, con RobotHeart, BI-MU fa un ulteriore passo in avanti aprendo a tutto il mondo della robotica e a tutti i settori applicativi: non più, dunque, un’esposizione di singole soluzioni tecnologiche ma di veri e propri sistemi, complessi e integrati. Questi sistemi sono, e saranno sempre di più, motori della fabbrica digitale. Questa idea ci è piaciuta moltissimo ed abbiamo subito aderito e supportato l’iniziativa.
Con queste premesse confidiamo che RobotHeart di BI-MU diventi una tappa obbligata per gli operatori di tutto il mondo, per osservare da vicino soluzioni uniche, vale a dire massima espressione della “italianità”. Se tutti noi riusciremo in questo intento avremo dato un grande contributo alla crescita e allo sviluppo di questo nuovo progetto espositivo conferendogli un rilevante vantaggio competitivo rispetto ai numerosi altri eventi distribuiti un po’ ovunque. L’Italia, con la sua grande competenza nella meccatronica e automazione riconosciuta in tutto il mondo, merita di avere una manifestazione espositiva di riferimento dedicata alla robotica.

 

Come si presenterà FANUC a RobotHeart? Avete già un’idea dello spazio, delle tecnologie e delle applicazioni che saranno mostrate in fiera?

FANUC parteciperà a RobotHeart con un focus sulle nuove tecnologie, vogliamo fare da volano a tutte quelle aziende che vogliono investire nelle tecnologie del futuro perché solo in questo modo possono essere competitive e vincenti. Quello che abbiamo chiaro nella nostra mente è che, insieme ai nostri partner, porteremo a RobotHeart solo soluzioni innovative.
Flessibilità, innovazione, digitalizzazione, integrazione sono i nostri obiettivi; ci aspettiamo di trovare aziende e partner che abbiano questo approccio verso il “non ancora visto” o meglio il “non ancora progettato”. La nostra gamma robot ci permette di spaziare in qualsiasi applicazione, saremo selettivi!
Troppo semplice sarebbe puntare su quello che siamo abituati a fare. Vogliamo mostrare e dimostrare fino a dove possiamo spingere l’innovazione al servizio del manifatturiero, considerando come obiettivi fissi e imprescindibili la sostenibilità e la riduzione degli sprechi, di tutte le risorse, da quelle materiali a quelle immateriali. Saranno infatti questi i pilastri su cui sarà costruita la politica economica dell’UE dei prossimi decenni.

 

Tra i settori applicativi quali sono le più interessanti innovazioni che riguardano il mondo FANUC?

Partiremo con i megatrend che sono già in atto, parleremo di digitalizzazione di fabbrica nel settore della macchina utensile e di come queste funzioni consentano di avere un impatto positivo anche in ottica ambientale grazie al Digital Twin ed alle funzionalità di AI che permettono di ottimizzare i parametri di processo in modo automatico.
Mostreremo le nostre funzionalità Quick and Simple Start-up of Robotization al completo, con dimostrazioni di applicazioni robotiche controllate direttamente da CN. Coinvolgeremo i partner per quanto riguarda le applicazioni più innovative e la facilità di utilizzo del robot con funzioni di Easy Teaching. Coinvolgeremo il sistema Education con soluzioni dedicate.

 

I robot collaborativi sono tra le tecnologie che più impattano sul cambiamento del lavoro. Vuole proporci qualche suggestione relativa a come muta il lavoro all’interno delle fabbriche manifatturiere. Qualcosa che anticipi ciò che vedremo a BI-MU?

I robot collaborativi rispondono ad una precisa richiesta del mercato ed hanno trovato il loro spazio all’interno della fabbrica flessibile ove sono impiegati per operazioni di lavoro a supporto dell’uomo.
Non vi sono limitazioni al loro utilizzo, ad eccezione dell’impiego per attività ad alta produttività che sono invece realizzate con i robot industriali capaci di garantire tempi ridotti.
Utilizzati quindi in tutte le situazioni ove la produzione riguarda piccoli lotti, i cobot sono in grado di
coadiuvare il lavoro dell’uomo in modo semplice, intuitivo e sicuro, liberando l’operatore dalle mansioni più pesanti e ripetitive. In virtù di queste caratteristiche, sono soluzioni particolarmente adatte alle esigenze di produzione, anche fortemente personalizzate, tipiche delle PMI italiane, ove “il collaborativo” rappresenta un tool dell’operatore che se ne serve per lavorare in modo più agile e in sicurezza.
Quello che vedremo a BI-MU sarà la loro facile integrazione, la flessibilità e la sicurezza nelle operazioni ove la competenza tecnica dell’uomo e diventa fondamentale per programmarne l’attività.

 

Intelligenza artificiale è già realtà in molti ambiti del mondo produttivo. Ci racconta come sta crescendo questa tecnologia e quanto è presente sulle soluzioni di automazione e robotica? Anche in questo caso vedremo qualche cosa di particolare a RobotHeart?

Abbiamo parlato di flessibilità, digitalizzazione e innovazione; sicuramente l’intelligenza artificiale gioca un ruolo chiave assieme a sistemi di visione sempre più evoluti, alla sensoristica alla predizione ed ai sistemi di controllo della fabbrica.
Da anni FANUC realizza macchine e robot che sfruttano l’AI, l’integrazione e lo scambio di dati fra sistemi è l’evoluzione che ci aspettiamo e che sarà ben visibile nelle soluzioni che presenteremo a RobotHeart.

 

Eventi

Luogo: AREA BI-MUpiù Pad 13 – B23 - fieramilano Rho
Orario: 10.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE

Ti piacerebbe esporre alla BI-MU 2022?

La segreteria è a disposizione per darti tutte le informazioni utili alla tua azienda, supportarti nell'organizzazione e fornirti i dettagli per partercipare alla manifestazione.

Ti piacerebbe visitare la prossima BI-MU?

Vuoi un aiuto per organizzare al meglio la tua visita a 33.BI-MU? Contatta la segreteria organizzativa. Ogni tuo quesito avrà risposta in tempi brevi.