RobotHeart
Intervista a Duilio Amico
COMAU

“ …Comau porta a RobotHeart novità di prodotto e avanzamenti di gamma, progettati per rispondere a necessità produttive sempre più specifiche e flessibili. Presentiamo il prototipo MATE-XT 4.0, la nuova release dell’esoscheletro per gli arti superiori. I visitatori potranno inoltre scoprire le funzionalità del robot Racer-5 Sensitive Environments, e MI.RA/Depalletizer, robot depallettizzatore integrato con sistemi di visione e strumenti digitali intelligenti… ”

Duilio Amico Head of Sales EMEA Robotics COMAU

Comau è un marchio notissimo nel panorama della robotica e automazione. Quali sono i “fronti tecnologici” su cui l’azienda è maggiormente impegnata oggi?

L’automazione di Comau si rivolge ad un target sempre più ampio e trasversale, con soluzioni avanzate adatte ad essere impiegate con successo in molteplici settori industriali, in mercati ancora poco automatizzati o emergenti – dall’elettrificazione alle energie rinnovabili alla mobilità elettrica, dal farmaceutico all’agroalimentare. Per questo Comau sta sviluppando soluzioni robotizzate sempre più aperte, compatibili con i più noti sistemi di gestione software, PLC e relativi device, con l’obiettivo di consentire alle aziende manifatturiere un’integrazione dei propri robot sempre più semplice, veloce ed economica, sia all’interno di linee di lavoro già esistenti – al fine di potenziarle e renderle più efficienti – sia per la progettazione di nuovi sistemi produttivi 4.0-enabled.

 

Come vedete il mercato attuale e quali le prospettive per il 2023?

Analisi recenti, indicano che il settore della robotica è in forte crescita, con un aumento 26% dei robot distribuiti a livello italiano nei primi sei mesi del 2022. Questo dimostra che la robotica è un mercato dinamico e in evoluzione, nonostante le difficoltà create dalla scarsa disponibilità di semiconduttori e materie prime. Ciò è dovuto, in parte, alla maggiore introduzione di soluzioni robotizzate in settori non tradizionali o che si stanno affacciando per la prima volta all’utilizzo di avanzate automazioni industriali. D’altro canto, le difficoltà logistiche causate dalla recente pandemia hanno spinto molte aziende, in un’ottica di reshoring, a rilocalizzare la propria produzione, portando alla necessità di rinnovare e rendere più efficienti i propri sistemi produttivi. In quest’ottica, Comau ha concentrato la produzione dei robot nello stabilimento di Torino, tra cui gli ultimi modelli da poco lanciati sul mercato N-220, Racer-5 COBOT, Racer-5 SE e l’esoscheletro MATE-XT. Nel 2023 ci aspettiamo ancora un andamento in crescita, ma più contenuto di quello che stiamo osservando nell’anno in corso. A questo trend contribuiranno i costi elevati dell’energia e la prolungata penuria di semiconduttori e materie prime, che potrebbero rallentare non solo la produzione di robot ma anche la loro fornitura, in tutto il mondo.

 

Cosa vi ha spinto a partecipare a RobotHeart di BI-MU e cosa vi aspettate dalla manifestazione?

RobotHeart è la prima edizione di un evento dedicato alla robotica organizzato nell’ambito della BI-MU, fiera di rilievo internazionale per l’industria manifatturiera. Una vetrina d’eccezione in cui Comau, leader nel campo dell’automazione industriale e della robotica a livello globale, non poteva mancare con la presentazione di nuove e avanzate tecnologie dedicate ai player del settore, sviluppate per favorire la crescita delle imprese nell’industria del futuro.

 

Cosa vedremo al vostro stand?

Comau porta a RobotHeart novità di prodotto e avanzamenti di gamma, progettati per rispondere a necessità produttive sempre più specifiche e flessibili. Presentiamo il prototipo MATE-XT 4.0, la nuova release dell’esoscheletro per gli arti superiori di Comau, arricchito di avanzate funzionalità a livello di connettività e sensoristica che consentono di accedere agli incentivi previsti da industria 4.0 connessione IoT. I visitatori potranno inoltre scoprire le funzionalità del robot Racer-5 Sensitive Environments, progettato per applicazioni efficienti e sicure in ambienti alimentare e farmaceutico. Infine, MI.RA/Depalletizer, robot depallettizzatore integrato con sistemi di visione e strumenti digitali intelligenti, per gestire in modo semplice e automatizzato la movimentazione di oggetti di diversa tipologia.

Eventi

Luogo: Sala Terrazzo, Palazzo dei Giureconsulti, Piazza dei Mercanti 2, Milano
Orario: 11.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: 10.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e ACIMALL
12
Ott
Evento istituzionale
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 14.00 alle 15.35
A cura di: AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE
12
Ott
Consulting e Startup
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.00 alle 16.15
A cura di: ASSILEA
12
Ott
Macchine Utensili
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.20 alle 16.35
A cura di: GERARDI
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 17.00 alle 17.15
A cura di: PORTA SOLUTIONS

Ti piacerebbe esporre alla BI-MU 2022?

La segreteria è a disposizione per darti tutte le informazioni utili alla tua azienda, supportarti nell'organizzazione e fornirti i dettagli per partercipare alla manifestazione.

Ti piacerebbe visitare la prossima BI-MU?

Vuoi un aiuto per organizzare al meglio la tua visita a 33.BI-MU? Contatta la segreteria organizzativa. Ogni tuo quesito avrà risposta in tempi brevi.

Form scuole visita libera

Prenotazione visite libere per le scuole. 

È possibile far visitare la fiera agli studenti accompagnati da un professore. L’iniziativa è nell’ambito del progetto UCIMU Academy, in materia di formazione svolta da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE attraverso Fondazione UCIMU.

Compila il form qui sotto scegliendo la giornata 12, 13 o 14 ottobre. L’ingresso è gratuito ed è regolato dalla prenotazione online obbligatoria. 

Al professore che ha effettuato la registrazione dell’istituto si richiede di presentare, presso la Reception Scuole allestita all’ingresso dei padiglioni 13-15, copia stampata della e-mail di conferma ricevuta e elenco dei partecipanti stampato su carta intestata dell’istituto. In mancanza di uno dei due documenti non sarà possibile effettuare la visita.

Registrazione scuole – Ingresso libero

Giornata e partecipanti

Istituto

Accompagnatore

Note

Nella compilazione del form è obbligatorio che alla voce TELEFONO sia inserito il numero di cellulare (no telefono fisso) del professore accompagnatore, così da garantire la reperibilità dello stesso durante le ore di visita. Non saranno accettate altre modalità di accredito diverse da quella del form.
Nel corso della visita gli studenti dovranno sempre rimanere in gruppo ed essere accompagnati dai responsabili della struttura scolastica.

Per informazioni: Centro Studi & Cultura di Impresa, [email protected]

Eventi

Luogo: Sala Terrazzo, Palazzo dei Giureconsulti, Piazza dei Mercanti 2, Milano
Orario: 11.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: 10.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e ACIMALL
12
Ott
Evento istituzionale
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 14.00 alle 15.35
A cura di: AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE
12
Ott
Consulting e Startup
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.00 alle 16.15
A cura di: ASSILEA
12
Ott
Macchine Utensili
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.20 alle 16.35
A cura di: GERARDI
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 17.00 alle 17.15
A cura di: PORTA SOLUTIONS

Ti piacerebbe esporre alla BI-MU 2022?

La segreteria è a disposizione per darti tutte le informazioni utili alla tua azienda, supportarti nell'organizzazione e fornirti i dettagli per partercipare alla manifestazione.

Ti piacerebbe visitare la prossima BI-MU?

Vuoi un aiuto per organizzare al meglio la tua visita a 33.BI-MU? Contatta la segreteria organizzativa. Ogni tuo quesito avrà risposta in tempi brevi.

RobotHeart
Intervista a Alberto Pellero
KUKA

“ …ci aspettiamo di incontrare utilizzatori finali e tanti system integrator che rappresentano per noi più della metà del nostro business. Lavoriamo con 72 integratori diversi, speriamo di poterli incontrare tutti a RobotHeart di BI-MU… ”

Alberto Pellero Director Strategy & Marketing Robotics KUKA

Parliamo di KUKA?

Fondata nel 1898, KUKA oggi è una multinazionale, con headquarter in Baviera, che conta 14.000 dipendenti e 3,6 miliardi di euro di fatturato. Nata come produttrice di sistemi di illuminazione cui si sono aggiunti dopo poco quelli di saldatura, KUKA è oggi tra i principali protagonisti del mondo dell’automazione e della robotica. Fin dagli anni ’70, momento in cui la robotica ha cominciato ad entrare nelle fabbriche, KUKA si è dedicata alla robotica industriale, sviluppata e prodotta “rigorosamente” in Germania e venduta in tutto il mondo. Oggi siamo organizzati in business unit: KUKA Robotics si occupa, appunto, di automazione robotica, sviluppando soluzioni sempre innovative per tutti i principali settori applicativi. KUKA Systems sviluppa soluzioni robotizzate di produzione e assemblaggio per l’automotive e l’aerospace. Swisslog è invece la business unit focalizzata su logistica e sistemi per movimentazione, stoccaggio e gestione dei magazzini automatizzati. Infine Swisslog Healtcare, dedicata alla logistica per il segmento salute e sanità.

 

Quanto è importante l’Italia per KUKA?

In Italia abbiamo una filiale con 120 dipendenti. Si tratta della seconda filiale in area EMEA per numero di unità vendute. Nella sede alle porte di Torino ospitiamo anche un Competence Center che si chiama ARCLAS che è specializzato nella realizzazione di celle per saldatura robotizzata destinate al settore automotive. Il nostro team di ingegneri ha messo a punto un set di celle realizzate secondo un concetto modulare che consente di lavorare su uno standard a cui sono applicate personalizzazioni secondo le specifiche esigenze del cliente. Con questo team copriamo tutta la domanda dell’area EMEA.

D’altra parte, l’attività di R&D per KUKA è fondamentale. Siamo stati i primi a realizzare un robot del peso di 1.000 kg, ma abbiamo anche il primato per la produzione del primo robot collaborativo e per la commercializzazione dei robot AGV. KUKA realizza robot industriali, collaborativi e mobili, oltre che soluzioni gestionali e 4.0. Un range completo di offerta per soddisfare tutte le esigenze degli utilizzatori. Non copriamo invece la parte di integrazione se non per le soluzioni Tier1 con la nostra BU KUKA Systems.

 

Come sta andando il mercato italiano?

Il 2021 è stato anno record su base mondiale per KUKA. Anche in Italia è andato molto bene, anche per effetto del rebound dopo il crollo del 2020 determinato dallo scoppio della pandemia. Questi primi sei mesi del 2022 sono andati ancor meglio, nonostante il problema della mancanza di componenti cui abbiamo fatto fronte con un grande lavoro di re-ingegnerizzazione delle nostre soluzioni. Il secondo semestre sarà invece caratterizzato da maggiore incertezza a causa della pandemia che ancora corre, della guerra e della transizione dell’automotive verso l’elettrico.

 

Quali sono i settori cui vi rivolgete con più attenzione? Quanto conta per KUKA l’automotive

Il settore auto per KUKA vale meno del 50% del fatturato. In Italia rappresenta il 10%. In questo ambito KUKA è leader nella fornitura di soluzioni flessibili 4.0 e ciò rappresenta certamente un vantaggio in questo momento delicato di transizione verde. Detto questo la nostra strategia prevede un’ampia diversificazione dei settori di sbocco tra i quali spiccano: l’elettronica, l’industria metallurgica e quella delle materie plastiche, l’energia, quella dei beni di consumo, con il food and beverage ma anche il farmaceutico. Di crescente importanza è tutto ciò che ha a che vedere con l’e-commerce per il quale forniamo un modello di logistica integrato per la gestione del magazzino. Se pensiamo poi alle applicazioni, oltre alla saldatura, anche fuori dall’automotive, siamo specializzati nell’asservimento macchine, nella pallettizzazione e nell’imballaggio.

 

Cosa vi ha spinto ad aderire a RobotHeart di BI-MU?

Il progetto espositivo ci è sembrato da subito valido ed efficace. Crediamo che BI-MU sarà premiante per noi sia per l’organizzazione messa in campo sia per l’utenza di visita che ci aspettiamo essere di qualità oltre che molto motivata ad investire. Ci aspettiamo di incontrare utilizzatori finali e tanti system integrator che rappresentano per noi più della metà del nostro business. Lavoriamo con 72 integratori diversi, speriamo di poterli incotrare tutti a RobotHeart di BI-MU.

 

Cosa porterete in fiera?

Ci presenteremo a RobotHeart di BI-MU con tre soluzioni pensate per rappresentare l’obiettivo di KUKA “Focus 2030” che consiste nell’offrire automazione accessibile a tutti e che si concretizza, evidentemente, con la realizzazione di soluzioni di semplice utilizzo. In stand poteremo LBR iisy un robot “leggero” semplice da programmare, iiQKA il nuovo linguaggio operativo di programmazione di facile utilizzo per l’operatore, e iiQot il software KUKA che abilita le funzionalità di Industria 4.0.

 

Eventi

Luogo: Sala Terrazzo, Palazzo dei Giureconsulti, Piazza dei Mercanti 2, Milano
Orario: 11.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: 10.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e ACIMALL
12
Ott
Evento istituzionale
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 14.00 alle 15.35
A cura di: AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE
12
Ott
Consulting e Startup
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.00 alle 16.15
A cura di: ASSILEA
12
Ott
Macchine Utensili
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.20 alle 16.35
A cura di: GERARDI
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 17.00 alle 17.15
A cura di: PORTA SOLUTIONS

Ti piacerebbe esporre alla BI-MU 2022?

La segreteria è a disposizione per darti tutte le informazioni utili alla tua azienda, supportarti nell'organizzazione e fornirti i dettagli per partercipare alla manifestazione.

Ti piacerebbe visitare la prossima BI-MU?

Vuoi un aiuto per organizzare al meglio la tua visita a 33.BI-MU? Contatta la segreteria organizzativa. Ogni tuo quesito avrà risposta in tempi brevi.

Raggiungere fieramilano in treno

Raggiungere fieramilano con i treni ad alta velocità 

Nei giorni della manifestazione sarà attivata la fermata diretta stazione Rho-Fiera in prossimità del quartiere espositivo.

Informazioni e orari sui treni Frecciarossa
Informazioni e orari sui treni Italo

 

 

Raggiungere fieramilano in treno da fuori Milano

  • Da Bergamo / Venezia / Verona / Brescia treni regionali fino a Treviglio, dove si effettua interscambio con linee S5 e S6 per Rho Fiera Milano.
  • Da Mantova / Cremona / Codogno / Parma / Piacenza / Genova / Tortona / Voghera treni regionali fino a Milano Rogoredo, dove si effettua interscambio con linee S1, S2, S12 o S13; interscambio in qualsiasi stazione del Passante Ferroviario con le linee S5 o S6, che fermano alla stazione di Rho Fiera Milano.
  • Da Torino / Novara / Varese / Domodossola / Arona / Luino con Treni Regionali per Rho Fiera Milano.
  • Da Treviglio utilizzare linee S5 o S6 per Rho Fiera Milano.
  • Da Lodi utilizzare linea S1 ed effettuare interscambio in qualsiasi stazione del Passante Ferroviario con le linee S5 o S6, che fermano alla stazione di Rho Fiera Milano.
  • Da Pavia utilizzare linea S13 ed effettuare interscambio in qualsiasi stazione del Passante Ferroviario con le linee S5 o S6, che fermano alla stazione di Rho Fiera Milano.
  • Da Saronno utilizzare linea S1 ed effettuare interscambio con linee S5 o S6 a Milano Lancetti per Rho Fiera Milano.
  • Da Chiasso / Como San Giovanni / Monza utilizzare linea S11 per Rho Fiera Milano.
  • Da Lecco / Monza utilizzare linea S7 Lecco-Molteno-Milano Porta Garibaldi o linea S8 Lecco-Carnate-Milano Porta Garibaldi ed effettuare interscambio con linee S5, S6 o S11 nella stazione di Milano Porta Garibaldi per Rho Fiera Milano.

Informazioni e orari sui treni Trenitalia
Informazioni e orari sui treni Trenord
Informazioni mobilità treni Trenitalia
Informazioni mobilità treni Italo

 

 

Raggiungere fieramilano dalle stazioni di Milano

  • Dalle stazioni di Milano Centrale, Milano Porta Garibaldi e Milano Lambrate: Metropolitana Linea 2 Verde in direzione Abbiategrasso-Assago; alla fermata Cadorna prendere Metropolitana Linea 1 Rossa direzione Rho-Fieramilano.
  • Dalla Stazione di Milano Cadorna: Metropolitana Linea 1 Rossa, direzione e fermata Rho-Fieramilano.
  • Dalle stazioni del Passante Ferroviario Villapizzone, Lancetti, Porta Garibaldi, Repubblica, Porta Venezia, Dateo e Porta Vittoria e dalla stazione di Milano Certosa: Linea S5 Treviglio-Varese o linea S6 Treviglio-Novara o linea S11 Chiasso-Como-Milano-Rho, fermata Rho Fiera Milano.
  • Fermano, inoltre, alla stazione Rho-Fiera Milano: treni della tratta Torino-Novara-Milano.
  • treni Regionali per Varese, Arona, Domodossola e Luino.

Informazioni e orari sui treni Trenitalia
Informazioni e orari sui treni Trenord
Informazioni mobilità treni Trenitalia
Informazioni mobilità treni Italo

Come raggiungere fieramilano

 

Auto Aereo Mezzi pubblici e Taxi

 

Eventi

Luogo: Sala Terrazzo, Palazzo dei Giureconsulti, Piazza dei Mercanti 2, Milano
Orario: 11.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: 10.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e ACIMALL
12
Ott
Evento istituzionale
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 14.00 alle 15.35
A cura di: AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE
12
Ott
Consulting e Startup
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.00 alle 16.15
A cura di: ASSILEA
12
Ott
Macchine Utensili
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.20 alle 16.35
A cura di: GERARDI
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 17.00 alle 17.15
A cura di: PORTA SOLUTIONS

Ti piacerebbe esporre alla BI-MU 2022?

La segreteria è a disposizione per darti tutte le informazioni utili alla tua azienda, supportarti nell'organizzazione e fornirti i dettagli per partercipare alla manifestazione.

Ti piacerebbe visitare la prossima BI-MU?

Vuoi un aiuto per organizzare al meglio la tua visita a 33.BI-MU? Contatta la segreteria organizzativa. Ogni tuo quesito avrà risposta in tempi brevi.

Raggiungere fieramilano con i Mezzi pubblici – Taxi

Raggiungere fieramilano da Milano 

Metropolitana linea 1 rossa fermata Rho-Fieramilano – È necessario munirsi di biglietto fascia tariffaria Mi1-Mi3 che costa 2,00 euro a corsa.

Taxi

  • Area parcheggio Taxi: Numero unico di prenotazione: tel 027777
  • Auto Radio Taxi: tel 028585028585.it
  • Radio Taxi: tel 026969yellowtaxi.it
  • Taxi Blu: tel 024040taxiblu.it
  • My Taxi: Prenotazioni e pagamenti tramite l’app Mytaxy

Come raggiungere fieramilano

 

Auto Treno Aereo

 

Eventi

Luogo: Sala Terrazzo, Palazzo dei Giureconsulti, Piazza dei Mercanti 2, Milano
Orario: 11.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: 10.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e ACIMALL
12
Ott
Evento istituzionale
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 14.00 alle 15.35
A cura di: AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE
12
Ott
Consulting e Startup
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.00 alle 16.15
A cura di: ASSILEA
12
Ott
Macchine Utensili
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.20 alle 16.35
A cura di: GERARDI
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 17.00 alle 17.15
A cura di: PORTA SOLUTIONS

Ti piacerebbe esporre alla BI-MU 2022?

La segreteria è a disposizione per darti tutte le informazioni utili alla tua azienda, supportarti nell'organizzazione e fornirti i dettagli per partercipare alla manifestazione.

Ti piacerebbe visitare la prossima BI-MU?

Vuoi un aiuto per organizzare al meglio la tua visita a 33.BI-MU? Contatta la segreteria organizzativa. Ogni tuo quesito avrà risposta in tempi brevi.

Raggiungere fieramilano in auto

Raggiungere fieramilano dalle autostrade 

  • Dalle autostrade A7-Genova, A1-Bologna e A4-Torino: A50 Tangenziale Ovest direzione Varese, uscita fieramilano.
  • Dall’autostrada A4-Venezia: uscita Pero-fieramilano.
  • Dalle autostrade A8-Varese e A9-Como: dalla barriera di Milano nord direzione A4-Venezia e uscita fieramilano.

Informazioni sul traffico in tempo reale

 

 

Raggiungere fieramilano da Milano città 

  • Autostrada A8 direzione Varese-Como, uscita fieramilano.
  • Autostrada A4 direzione Torino, uscita Pero-fieramilano.

Informazioni sul traffico in tempo reale

 

Parcheggiare in fiera 

  • parcheggi: P2 P3 P4

 

Ingressi visitatori

EST
SS 33 del Sempione 20017 Rho MI Viale Porta Est
– Google map: @45.517569, 9.086444
– GPS: +45° 31′ 3.25″, +9° 5′ 11.20″

OVEST
SS 33 del Sempione 20017 Rho MI Viale Porta Ovest
– Google map: @45.522793, 9.071652
– GPS +45° 31′ 22.05″, +9° 4′ 17.95″

SUD
SS 33 del Sempione 20017 Rho MI Viale degli Alberghi
– Google map: @45.517610, 9.077033
– GPS +45° 31′ 3.40″, +9° 4′ 37.32″

 

Come raggiungere fieramilano

 

Treno Aereo Mezzi pubblici e Taxi

 

Eventi

Luogo: Sala Terrazzo, Palazzo dei Giureconsulti, Piazza dei Mercanti 2, Milano
Orario: 11.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: 10.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e ACIMALL
12
Ott
Evento istituzionale
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 14.00 alle 15.35
A cura di: AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE
12
Ott
Consulting e Startup
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.00 alle 16.15
A cura di: ASSILEA
12
Ott
Macchine Utensili
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.20 alle 16.35
A cura di: GERARDI
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 17.00 alle 17.15
A cura di: PORTA SOLUTIONS

Ti piacerebbe esporre alla BI-MU 2022?

La segreteria è a disposizione per darti tutte le informazioni utili alla tua azienda, supportarti nell'organizzazione e fornirti i dettagli per partercipare alla manifestazione.

Ti piacerebbe visitare la prossima BI-MU?

Vuoi un aiuto per organizzare al meglio la tua visita a 33.BI-MU? Contatta la segreteria organizzativa. Ogni tuo quesito avrà risposta in tempi brevi.

Raggiungere fieramilano in aereo

Raggiungere fieramilano in aereo

Verifica le migliori soluzioni per il tuo viaggio utilizzando SkyScanner


Raggiungere fieramilano dall’aeroporto di LINATE

Autobus n 73, capolinea Duomo M1-M3 e metropolitana linea 1 rossa per Rho-Fieramilano. 

Raggiungere fieramilano dall’aeroporto di MALPENSA

Treno Malpensa Express per stazione Milano Centrale – fermata Milano Porta Garibaldi, poi metropolitana linea 5 lilla direzione San Siro Stadio, fermata Lotto e interscambio con metropolitana linea 1 rossa per Rho-Fieramilano (oppure da Milano Porta Garibaldi treni S5, S6 o S11 per Rho Fiera Milano).

Treno Malpensa Express per stazione Milano Cadorna, poi metropolitana linea 1 rossa direzione Rho Fieramilano.

Raggiungere fieramilano dall’aeroporto di ORIO AL SERIO

È disponibile un servizio di trasporto, a pagamento, con bus navetta da/per Milano Centrale.

Come raggiungere fieramilano

Auto Treno Mezzi pubblici e Taxi

 

Eventi

Luogo: Sala Terrazzo, Palazzo dei Giureconsulti, Piazza dei Mercanti 2, Milano
Orario: 11.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: 10.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e ACIMALL
12
Ott
Evento istituzionale
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 14.00 alle 15.35
A cura di: AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE
12
Ott
Consulting e Startup
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.00 alle 16.15
A cura di: ASSILEA
12
Ott
Macchine Utensili
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.20 alle 16.35
A cura di: GERARDI
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 17.00 alle 17.15
A cura di: PORTA SOLUTIONS

Ti piacerebbe esporre alla BI-MU 2022?

La segreteria è a disposizione per darti tutte le informazioni utili alla tua azienda, supportarti nell'organizzazione e fornirti i dettagli per partercipare alla manifestazione.

Ti piacerebbe visitare la prossima BI-MU?

Vuoi un aiuto per organizzare al meglio la tua visita a 33.BI-MU? Contatta la segreteria organizzativa. Ogni tuo quesito avrà risposta in tempi brevi.

RobotHeart
Intervista a Davide Passoni
SIR

“ …ci ha convinto l’idea di fondo di questo progetto espositivo dedicato finalmente al mondo della robotica e a quello degli integratori. È una “piccola Automatica” all’interno di BI-MU. A RobotHeart, porteremo una innovativa cella di visione 3D per operazioni di bin picking caratterizzata da un livello di affidabilità molto alto… ”

Davide Passoni CEO SIR

Partiamo da SIR?

SIR è una realtà imprenditoriale nata nel 1984. Fondata da mio padre Luciano Passoni, l’azienda all’inizio della sua storia produceva anche robot antropomorfi, decisamente innovativi per l’epoca. Dopodiché, visto il contesto e lo sviluppo del settore dominato dai costruttori stranieri, ci siamo specializzati nell’attività di integrazione.
Dal 2015, l’azienda fa parte del gruppo cinese Wolong, player mondiale nel settore dei motori elettrici e degli azionamenti. L’azienda è comunque decisamente autonoma e indipendente: una volta concordati gli obiettivi siamo liberi di definire strategie e politiche anche perché è la conoscenza del mercato insieme alla competenza del personale a determinare il raggiungimento dei risultati.

 

Quali i vantaggi di questo nuovo assetto?

Possiamo contare su una struttura molto più solida. Oggi lo staff è costituito da 108 persone. Oltre all’headquarter di Modena che produce per paesi dell’Unione Europea, dell’Europa dell’Est e delle Americhe, possiamo contare su uno stabilimento produttivo 300 km a sud di Shanghai che serve il mercato locale che è in piena espansione. A ciò si aggiunge una sede commerciale in Texas, utile per l’installazione e l’assistenza degli impianti che abbiamo nel mercato nordamericano.

 

Quale è la vostra peculiarità?

SIR si differenzia da molte realtà che fanno sistemi di integrazione perché sviluppa e produce soluzioni speciali in tutti i campi applicativi. Ogni linea comprende solo un 30%-40% di parte standard, tutto il resto è supercustomizzato secondo l’esigenza del cliente.

 

Parliamo di settori di sbocco e di applicazioni

Sono 4.000 gli impianti SIR installati nel mondo. Se guardiamo alle applicazioni direi che, per lo più ci vengono richieste soluzioni per l’assemblaggio di gruppi complessi, i processi di fonderia e di finitura, la saldatura, la manipolazione, il carico e scarico, la pallettizzazione. I settori che più impiegano le nostre soluzioni oggi sono l’automotive, la fonderia, l’aeronautica, la general industry e – in misura minore – la logistica.

 

Quali sono i settori utilizzatori più vivaci oggi e più stimolanti in fatto di definizione di nuove soluzioni?

Sicuramente tutti i settori legati al nuovo mondo dell’automotive elettrica, che è in notevole fermento rispetto a quella tradizionale. Le implementazioni più frequenti in questo campo riguardano l’assemblaggio di motori elettrici di diverse tipologie (lamellari, a magneti, etc.) e delle batterie.
Interessante è poi lo sviluppo di soluzioni di robotica per la lavorazione di semi-telai “one-piece”. L’evoluzione delle tecniche di pressofusione dell’alluminio ha infatti consentito la realizzazione di porzioni di telai automotive di dimensioni molto grandi, senza più quindi la necessità di effettuare complesse operazioni di saldatura e assemblaggio di componenti più piccoli.
Su elementi di grandi dimensioni, la rimozione degli attacchi e dei canali di colata non può più essere fatta a mezzo tranciatura, ma occorre invece utilizzare robot antropomorfi dotati di torce per il taglio al plasma, che permettono, oltre a un notevole risparmio economico, una grande flessibilità e adattabilità ad elementi differenti.
Infine vi è la logistica. Con la diffusione dell’e-commerce, le soluzioni di robotica e automazione divengono sempre più interessanti per le operazioni di picking avanzato. Per uno dei maggiori brand di abbigliamento mondiali, le soluzioni marchiate SIR intervengono nell’attività di depallettizzazione randomizzata, su diverse tipologie di capi di abbigliamento e sui resi derivanti dagli acquisti online.

 

Cosa chiedono i clienti oggi?

Stiamo osservando un profondo cambiamento delle esigenze della domanda. Se prima l’obiettivo era anzitutto ottenere un miglioramento della produttività, oggi i clienti richiedono qualità elevatissima della soluzione e grande flessibilità. Per cui il nostro lavoro è volto principalmente alla definizione di linee che siano in grado di riattrezzarsi quasi in modo automatico per passare, in modo veloce, da una produzione all’altra.

 

Quali sono i risultati e quali le prospettive?

Nel 2018 abbiamo messo a segno la nostra migliore performance: 38 milioni di fatturato. Nel 2020 abbiamo saputo rispondere alle difficoltà della pandemia mantenendo un buon livello di vendite e produzione. Il 2021 è stato decisamente positivo, tanto che siamo riusciti a tornare sul livello di fatturato del 2019. Per il 2022 abbiamo un buon portafoglio ordini e ci aspettiamo stabilità anche se pesano l’aumento dei costi dei componenti, la difficoltà nel reperimento degli stessi e l’incremento nei costi dei trasporti. Tutto questo erode i nostri margini.
Il rischio reale è di avere tante macchine pronte e di non poterle consegnare al cliente per mancanza di alcuni componenti; questo ci impone un lavoro di riprogettazione delle soluzioni per sostituire l’elemento mancante con uno alternativo.
Inizialmente i clienti erano poco propensi ad accettare questa proposta ma ora, vista la situazione contingente, si sono mostrati molto più flessibili e disposti a rivedere i capitolati insieme a noi.
In alcuni casi, poi, quando si tratta di nomi importanti sono gli stessi clienti a fornirci i componenti mancanti poiché il loro potere contrattuale presso il fornitore è decisamente maggiore.

 

Cosa vi ha spinto ad aderire a RobotHeart e come vi presenterete?

Ci ha convinto l’idea di fondo di questo progetto espositivo dedicato finalmente al mondo della robotica e a quello degli integratori. È una “piccola Automatica” all’interno di BI-MU. A RobotHeart, porteremo una innovativa cella di visione 3D per operazioni di bin picking caratterizzata da un livello di affidabilità molto alto. Mostreremo al pubblico come SIR è in grado di semplificare la logistica delle fabbriche utilizzatrici.

 

Che valore aggiunto può darvi la collaborazione con UCIMU?

Grazie alla professionalità e alle competenze di UCIMU, SIR può accedere ad una notevole serie di dati e ad accurate indagini di mercato, molto utili per capire i settori e le aree geografiche in cui muoversi per aumentare o migliorare il nostro business. Inoltre UCIMU può aiutarci nel processo di internazionalizzazione dell’azienda, sempre in costante evoluzione, e nell’affrontare alcuni aspetti tecnici quali la sicurezza e la contrattualistica.

 

Eventi

Luogo: Sala Terrazzo, Palazzo dei Giureconsulti, Piazza dei Mercanti 2, Milano
Orario: 11.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: 10.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e ACIMALL
12
Ott
Evento istituzionale
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 14.00 alle 15.35
A cura di: AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE
12
Ott
Consulting e Startup
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.00 alle 16.15
A cura di: ASSILEA
12
Ott
Macchine Utensili
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.20 alle 16.35
A cura di: GERARDI
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 17.00 alle 17.15
A cura di: PORTA SOLUTIONS

Ti piacerebbe esporre alla BI-MU 2022?

La segreteria è a disposizione per darti tutte le informazioni utili alla tua azienda, supportarti nell'organizzazione e fornirti i dettagli per partercipare alla manifestazione.

Ti piacerebbe visitare la prossima BI-MU?

Vuoi un aiuto per organizzare al meglio la tua visita a 33.BI-MU? Contatta la segreteria organizzativa. Ogni tuo quesito avrà risposta in tempi brevi.

Il punto di Domenico Appendino, presidente SIRI

SIRI – associazione italiana di robotica e automazione patrocina RobotHeart, la nuova area espositiva di 33.BI-MU, dedicata a robotica industriale, automazione, tecnologie ad essa connesse, componenti, sistemi e intelligenza artificiale. 

 


Intervista a
Domenico Appendino, presidente SIRI


La robotica è una tecnologia sempre più diffusa nelle fabbriche manifatturiere. Quali le ragioni di questa crescita esponenziale dell’uso dei robot nel manifatturiero?

Fin dai suoi esordi, nel 1961, la robotica applicata all’industria ha mostrato una crescita esponenziale che non si è mai interrotta ad esclusione di una breve parentesi di rallentamento registrata all’inizio del 21esimo secolo.
Sono otto le principali ragioni che hanno determinato questa crescita. Le prime quattro sono legate a situazioni ormai consolidate. Le restanti riguardano invece le ultime trasformazioni della fabbrica. Partiamo dalle prime. La diffusione dei robot è stata spinta, anzitutto, dalla necessità delle aziende di assicurare flessibilità produttiva, determinata dall’aumento del numero dei prodotti e dalla riduzione del tempo di vita degli stessi che sono soggetti a sostituzione sempre più rapida, ma anche dalla volontà di migliorare la produttività, indispensabile per vincere la sfida dei competitors. Ma il numero di robot installati è cresciuto anche perché il valore sempre più contenuto dell’investimento ha reso le soluzioni automatizzate accessibili anche alle PMI, e perché gli standard di sicurezza e l’attenzione alla qualità della vita nelle fabbriche hanno imposto l’utilizzo di robot per le mansioni più pericolose e usuranti, prima svolte dall’uomo.
A queste ragioni se ne aggiungono altre quattro di più recente apparizione: l’incremento di utilizzo dei cobot che, per le loro caratteristiche, possono essere più facilmente inseriti nelle fabbriche, accanto agli operatori; l’impulso alla automazione flessibile attivata dall’approccio 4.0 che è ormai un fenomeno mondiale; lo sviluppo dell’intelligenza artificiale che apre nuove aree di intervento e applicazione della robotica; e, infine, lo scoppio della pandemia che ha messo in luce le potenzialità dell’utilizzo di automi in situazioni particolari, per esempio nello svolgere servizi accanto a pazienti o nel procedere con attività lavorative di vario genere anche quando, a causa dei lockdown, il personale era ridotto al minimo.

 


L’instabilità e l’incertezza che stiamo oggi vivendo possono avere impatto sul segmento della robotica?

Il contesto nel quale ci troviamo oggi ad operare è decisamente complesso ma non credo che questo avrà impatto decisivo sul settore della robotica. La pandemia, ad esempio, ha mostrato le potenzialità di queste tecnologie e, anzi, ha fatto da acceleratore alla loro diffusione.
Senza prendere in considerazione i dati di previsione IFR che sono stati elaborati prima dello scoppio della guerra e dunque potrebbero non essere più veritieri, solo osservando i trend degli ultimi anni possiamo immaginare che, nel prossimo triennio, la crescita proseguirà anche se non con incrementi a doppia cifra. E l’incremento delle vendite in Italia dovrebbe risultare sopra la media europea. Dunque, possiamo dirci fiduciosi.

 


Quali sono gli scenari futuri che più caratterizzeranno la robotica industriale dei prossimi anni?

Penso che le aree su cui si concentrerà lo sviluppo saranno i cobot, la sensoristica e l’intelligenza artificiale. I cobot cresceranno in numero e in campi di applicazione perché, per loro natura, si integrano bene nella fabbrica senza portare grandi stravolgimenti ai cicli produttivi già definiti.
Sensoristica e intelligenza artificiale, invece, permettono l’incremento delle capacità di azione dei robot. Con l’AI, il robot analizza e registra dati che, opportunamente rielaborati, gli permettono di svolgere azioni, anche piuttosto complesse, in autonomia. Questo è uno degli aspetti più affascinanti che caratterizzeranno il futuro della manifattura. Detto ciò, l’uomo resta al centro del processo produttivo perché progetta, gestisce, programma le macchine.

 


Lei parla spesso della visione antropocentrica del robot e degli ambienti dotati di sistemi di automazione. Ce ne vuole parlare?

È esattamente quello che dicevo poco fa: i robot non sono null’altro che gli utensili del terzo millennio. Sono strumenti di cui l’uomo si serve per raggiungere i suoi scopi, dunque per far funzionare la fabbrica e per intervenire, ove opportuno, all’interno di un processo produttivo.
Questa è la visione antropocentrica che è poi parte integrante della nostra cultura. Il ruolo dell’individuo all’interno di un qualsiasi sistema rappresenta uno dei valori fondanti della cultura occidentale ed europea in particolare. Anche per questo la Commissione Europea, nel mese di aprile 2021, è stata chiamata a definire un quadro giuridico che disciplini l’utilizzo dell’intelligenza artificiale in tutti gli ambiti della vita quotidiana e dunque anche nel lavoro e nella manifattura.

 


SIRI è patrocinatore di RobotHeart, la nuova area espositiva di BI-MU. Quali gli aspetti che ritiene siano da sottolineare rispetto a questa nuova iniziativa che sta riscuotendo grande successo presso il pubblico?

SIRI insieme a UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, ovvero i due organi di rappresentanza del mondo della robotica in Italia, hanno raccolto la richiesta dei diversi attori della robotica, anzitutto di costruttori e integratori, di poter avere un appuntamento dedicato in Italia che, focalizzato sulla robotica, fosse però inserito all’interno di una fiera consolidata quale è BI-MU, capace di attrarre operatori di tutto il manifatturiero.
Il risultato è RobotHeart, area espositiva che conta l’adesione già di tutti i più importanti player del segmento. ABB, ABL AUTOMAZIONE, COMAU, FANUC, LUCAS, MITSUBISHI, OMRON, ROBOT AT WORK, ROBOTECO ITALARGON, ROBOTUNITS, SIR, STAUBLI, TIESSE ROBOT, UNIVERSAL ROBOTS  sono solo alcuni di quelli che hanno già aderito e molti stanno confermando in queste settimane la loro presenza.
Valore aggiunto di questo appuntamento è però la sua dimensione culturale che può contare sulla presenza di partner di primario livello appartenenti al mondo della scuola, dell’accademia e dell’università che sono poi i portatori di nuova linfa al mondo dell’impresa.
Cito, per tutti, la presenza di I-RIM, Istituto per la Robotica e le Macchine Intelligenti che, tra le numerose iniziative che svolgerà in BI-MU, terrà il suo Convegno Nazionale proprio in fiera. Con RobotHeart vogliamo ridurre la dicotomia tra istruzione e industria a beneficio del mondo della ricerca e del mondo delle imprese che molto hanno da offrire l’uno all’altro.

 


Quali sono le iniziative firmate da SIRI in programma alla prossima BI-MU?

SIRI, che avrà un suo stand informativo, sarà impegnata con una serie di iniziative di approfondimento culturale. Nella tradizionale conferenza stampa presenteremo i dati di andamento del settore oltre a dare evidenza e introdurre i temi tecnologici che saranno oggetto delle presentazioni a cura dei nostri associati espositori di BI-MU. Come sempre, rinnoveremo l’appuntamento per una riflessione sul rapporto tra robot e etica, tema centrale e in costante evoluzione. Sosterremo il convegno dedicato all’Intelligenza Artificiale promosso da AIA e parteciperemo attivamente ad alcune delle iniziative di I-RIM. Tante attività e sicuramente di qui ad ottobre ne pianificheremo di nuove.

 

Eventi

Luogo: Sala Terrazzo, Palazzo dei Giureconsulti, Piazza dei Mercanti 2, Milano
Orario: 11.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: 10.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e ACIMALL
12
Ott
Evento istituzionale
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 14.00 alle 15.35
A cura di: AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE
12
Ott
Consulting e Startup
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.00 alle 16.15
A cura di: ASSILEA
12
Ott
Macchine Utensili
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.20 alle 16.35
A cura di: GERARDI
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 17.00 alle 17.15
A cura di: PORTA SOLUTIONS

Ti piacerebbe esporre alla BI-MU 2022?

La segreteria è a disposizione per darti tutte le informazioni utili alla tua azienda, supportarti nell'organizzazione e fornirti i dettagli per partercipare alla manifestazione.

Ti piacerebbe visitare la prossima BI-MU?

Vuoi un aiuto per organizzare al meglio la tua visita a 33.BI-MU? Contatta la segreteria organizzativa. Ogni tuo quesito avrà risposta in tempi brevi.

RobotHeart
Intervista a Marco Spimpolo
OMRON

“ …così organizzata questa area può essere effettivamente la nostra casa. RobotHeart risponde all’esigenza di avere anche in Italia un appuntamento dedicato al mondo della robotica… ”

Marco Spimpolo Marketing Manager OMRON

Parliamo di OMRON, marchio conosciuto in tutto il mondo

L’azienda giapponese, fondata nel 1933, è cresciuta nel tempo fino a divenire, oggi, una multinazionale la cui attività si articola su 4 divisioni principali. Tra queste l’automazione industriale, che comprende anche il segmento della robotica, riveste un ruolo centrale e determinante contribuendo per circa il 55% al fatturato complessivo del gruppo.

 

Quanto è strategica la robotica per OMRON?

Lo è moltissimo. Non solo perché il segmento della robotica è uno di quelli più vivaci e remunerativi ma anche perché è un grande attivatore di innovazione, di prodotto e processo. Obbliga a ripensare il modo di fare impresa e manifattura. Porta una nuova visione del modo di produrre ma anche di gestire l’azienda dunque porta valore all’impresa, la fa crescere. D’altra parte, il nostro piano industriale di sviluppo chiamato SF-Shaping the future 2030 poggia su due pilastri: robotica e servitizzazione.

 

Quale è l’offerta di robotica proposta da OMRON?

OMRON ha acquisito, nel 2015, la californiana Adept Robotics, specializzata nella produzione di robot industriali SCARA e, da lì, ha compreso l’importanza di crescere ed espandersi in questo segmento. Ne è seguita, nel 2018, la definizione una joint venture con Techman, marchio taiwanese specializzato nella robotica collaborativa.
Ora, con l’offerta completa di robotica “fissa”, “mobile” e collaborativa, OMRON propone una strategia integrata ai suoi clienti, indispensabile per rispondere alle due grandi sfide che l’automazione industriale si trova oggi ad affrontare, vale a dire mass customization e logistica per e-commerce.

 

Abbiamo parlato di robotica. Quanto conta il service per OMRON?

Con lo sviluppo del segmento della robotica, la cultura del service è divenuta ancor più centrale per OMRON perché chi fa robot è obbligato ad assicurare servizi avanzati ai suoi clienti, se vuole essere competitivo sul mercato. L’importanza di questo asset ci ha indotto a sviluppare questa attività anche in collaborazione con partner esterni. Le aree più presidiate sono ovviamente quella della safety e, recentemente, quella della security.

 

Cosa vi ha spinto ad aderire a RobotHeart di BI-MU?

OMRON vuole recitare un ruolo di primo piano in questo segmento così importante e RobotHeart ci è subito apparsa l’occasione giusta per presentare la nostra offerta. Così organizzata questa area può essere effettivamente la nostra casa. RobotHeart risponde all’esigenza di avere anche in Italia un appuntamento dedicato al mondo della robotica; era fondamentale perché il paese è una delle aree più interessanti, se non per numero di robot installati, per il mercato dell’integrazione.

 

Cosa porterete in fiera?

Porteremo una demo completa che rappresenti la Flexible manufacturing, il nostro modo di intendere la produzione automatizzata, secondo un approccio che pone al centro di tutto “il dato”. In risposta, tra l’altro, al fenomeno della transizione 4.0 che l’industria italiana sta vivendo.

 

Come vedete il mercato italiano?

Il mercato italiano è certamente vivace, anche grazie agli incentivi previsti dai piani 4.0 adottati dalle autorità di governo negli ultimi anni. Se guardiamo ai settori di destinazione, l’automotive desta preoccupazione perché la transizione verso la e-mobility impone una decisa e rapida conversione di gran parte degli impianti che fanno parte della filiera e dell’indotto. Tra i settori di sbocco più dinamici e su cui intendiamo puntare in questo momento sono sicuramente l’alimentare, il farmaceutico, le macchine utensili e la logistica.

Eventi

Luogo: Sala Terrazzo, Palazzo dei Giureconsulti, Piazza dei Mercanti 2, Milano
Orario: 11.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: 10.30
A cura di: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e ACIMALL
12
Ott
Evento istituzionale
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 14.00 alle 15.35
A cura di: AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE
12
Ott
Consulting e Startup
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.00 alle 16.15
A cura di: ASSILEA
12
Ott
Macchine Utensili
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 16.20 alle 16.35
A cura di: GERARDI
Luogo: BI-MUpiù Pad 13 area B23 - fieramilano Rho
Orario: dalle 17.00 alle 17.15
A cura di: PORTA SOLUTIONS

Ti piacerebbe esporre alla BI-MU 2022?

La segreteria è a disposizione per darti tutte le informazioni utili alla tua azienda, supportarti nell'organizzazione e fornirti i dettagli per partercipare alla manifestazione.

Ti piacerebbe visitare la prossima BI-MU?

Vuoi un aiuto per organizzare al meglio la tua visita a 33.BI-MU? Contatta la segreteria organizzativa. Ogni tuo quesito avrà risposta in tempi brevi.